Hippotion celerio – 10 bruchi giovani

 

 8,50

Disponibili nella prima metà di marzo 2019.

Esaurito

Categoria:

Descrizione

Una piccola sfinge migratrice originaria dell’Africa e dell’Asia, che in estate può spingersi in Europa. I bruchi possono presentare due colorazioni diverse dopo i primi stadi, il colore di fondo infatti può rimanere verde oppure virare al bruno; hanno sviluppo piuttosto rapido e in primavera si allevano molto facilmente su vite comune e vite americana. I bruchi forniti in inverno sono allevati su Calla selvatica (generi Arum e Arisarum) ma si possono adattare sulla comune lattuga (sia le varietà romana che iceberg, per fare un esempio, ma va fata attenzione a quelle dei supermercati per la possibile presenza di trattamenti fitosanitari). Altre piante citate in letteratura, alcune delle quali reperibili anche in inverno, sono Galium, Fuchsia, Epilobium, Beta, Impatiens, Convolvulus, Scrophularia, Verbascum, Syringa, Rumex, Begonia, Mirabilis (Bella di notte), Cissus, Zantedeschia e Caladium, Pentas lanceolata e Commicarpus plumbagineus. Come le altre sfingi la crisalide viene formata nel substrato (terriccio morbido, truciolato, etc), a poca profondità, persino tra fogli di carta assorbente. Non vanno nebulizzate con acqua, preferiscono un ambiente asciutto. Va evitato il freddo e a qualunque stadio ed è meglio tenere questa specie almeno a 18-20 gradi. A una temperatura di 25 gradi lo sviluppo larvale può completarsi entro 15 giorni e lo sfarfallamento avviene in 2 settimane. A temperature più basse i tempi si allungano.