Bombice del ricino POLI-IBRIDO zebra – uova

 5,00 45,00

Colorazione delle ali variabile. Bruchi zebrati, allevamento molto facile procurando una delle piante nutrici consigliate nella descrizione (consigliate ailanto, ricino, ligustro, prunus da frutto).

Svuota

Descrizione

Il Bombice del ricino POLI-IBRIDO zebra deriva da alcuni incroci con specie affini e presentano adulti con colorazione variabile. I bruchi di solito sono zebrati, cioè presentano gruppi di macchie nere disposti ad anelli trasversali sul corpo, sempre più visibili man mano che si avvicinano all’ultimo stadio; il loro colore di fondo può essere biancastro oppure verde-bluastro.

Come già menzionato per la forma tipica della specie, il bombice del ricino (Samia ricini) è una grande falena della famiglia dei Saturnidi, allevata da tempi remoti per la seta ricavata dai suoi bozzoli. Per la facilità di allevamento dei bruchi e la loro relativa resistenza alle malattie è la specie di Saturnide più consigliata ai principianti.

I bruchi allevati in inverno mangiano preferibilmente foglie di ricino, o ligustro: in quest’ultimo caso fate attenzione a preferire foglie tenere quando i bruchi sono appena nati perché molte varietà di Ligustro (sopratutto la “texanum”) hanno foglie adulte coriacee. Un’altra pianta sempreverdi utilizzabile in inverno è l’albero della canfora (Cinnamomum camphora).
Potete tentare di far accettare ai bruchi anche foglie di agrumi ma solo se sono foglie giovani e tenere; inoltre in questo caso i bruchi avranno crescita lenta e potrebbero dare luogo a farfalle più piccole.

In primavera-estate la scelta delle piante utilizzabili per i bruchi si estende: l’Ailanto (pianta di origine asiatica ormai infestante in tutta Italia) è tra le specie preferite, oppure potete fornire foglie di alcuni Prunus da frutto (come susino e pesco), pero, melo oppure Lillà.

Lo sviluppo dei bruchi di questa specie, che vanno allevati almeno alle normali temperature di casa (20 gradi) si completa in qualche settimana. Se si usa ricino o ailanto come pianta nutrice, lo sviluppo dei bruchi si completa entro 4 settimane. L’allevamento dei bruchi su ligustro invece, soprattutto se la temperatura non supera i 20 gradi, è più lento.

E’ una specie che non va in diapausa invernale dunque ha generazioni continue. Non può stare al freddo.
Sfarfallamento (da bozzolo a farfalla): 3-4 settimane dal momento della ninfosi (a 20°C). In estate possono sfarfallare in 15-20 giorni dalla costruzione del bozzolo.

Scheda dettagliata di allevamento

Informazioni aggiuntive

Quantità

15 uova, 30 uova, 60 uova, 100 uova, 250 uova, 500 uova